Crea sito

Manutenzione giardino privato come fare: curiosità offerte dal team blog di Mirko Ravicini

In questo periodo di pandemia quasi tutti gli italiani hanno passato forzatamente un periodo molto lungo tra le mura domestiche tranne chi aveva a disposizione un giardino. Per questi fortunati avere uno spazio simile non è solo una benedizione, poiché la manutenzione di un giardino privato non è affatto facile. Continuiamo a leggere (credits: Mirko Ravicini)

Se uno spazio verde tutto curato è una gioia per gli occhi, si deve però sapere che per raggiungere quello spettacolo incantevole occorre molta fatica. Per effettuare una manutenzione efficiente di un giardino servono degli oggetti specifici come i guanti, il rastrello, il tagliaerba, le forbici per potare e il seghetto. Naturalmente la quantità degli strumenti è proporzionata alla grandezza del giardino ed in particolare da cosa è interrato. Una delle prime cose da fare per mantenere tutto “green” è sicuramente togliere le erbacce, oltre tenere allo stesso livello il prato e le siepi, in modo da regalare un aspetto rilassante a tutto il giardino. Non si deve far marcire nessun fiore, si deve prestare la massima cura ad ogni pianta e togliere qualsiasi foglia secca, poiché una volta che si deteriora potrebbe aiutare lo sviluppo di malattie. 

Ricorda che per contattare Mirko Ravicini puoi visitare il sito: https://puntogarden.it/

Quando si pensa alla manutenzione di un giardino privato in pochi sanno come muoversi: innanzitutto si deve svolgere in ogni stagione, anche in inverno. Per qualche ragione si pensa che durante i periodi freddi non si debba intervenire sul manto erboso o sui vari fiori, ed è una concezione totalmente sbagliata. Anche se con il clima molto rigido la vegetazione va a “riposo”, l’erba cresce lo stesso, così come le erbacce, che devono assolutamente essere eliminate. L’inverno è uno dei momenti migliori per nutrire il proprio terreno cercando di utilizzare del buon concime, così la vegetazione trova facilmente del nutrimento. In questo modo il giardino non risente in nessuna maniera degli sbalzi di temperatura, tranne i fiori: quest’ultimi dovranno essere riparati dalle gelate, quindi coperti in qualche modo, si consiglia fortemente l’utilizzo di teli specifici. Durante i mesi più caldi invece, ovvero quando l’acqua evapora molto più facilmente, si deve annaffiare quotidianamente il proprio giardino e tagliare frequentemente il manto erboso. In primavera, per esempio, si taglia molto alto per cercare di invogliare la ripresa della vegetazione, mentre nelle zone più calde questa tipologia di rasatura è tenuta solamente per mantenere fresche le radici, poiché l’ombra favorisce il processo della fotosintesi. 

La manutenzione di un giardino privato non è affatto semplice, infatti una delle maggiori curiosità su chi ha uno spazio verde è che prima di effettuare qualsiasi lavoro, chiede sempre consiglio ad esperti del settore. Non tutti hanno il tempo o le conoscenze per mantenere in perfette condizioni il giardino, in caso contrario gli strumenti citati in precedenza, come il rastrello e il tosaerba, tornano estremamente utili. Il primo serve per raccogliere in pochi attimi tutta l’erba che è stata tosata o tutto il resto che si è posato sopra il manto erboso, mentre il secondo è necessario quando si vuole tagliare il prato. Esistono un’ampia varietà di strumenti in commercio, tutto dipende dal budget e dalla grandezza del giardino. Puoi contattare Puntogarden di Mirko Ravicini a Città Sant’Angelo (Pescara) per saperne di più.